´BUDINO DI CASTAGNE, QUENELLES DI FAGIANO AL TARTUFO NERO, FOIE, FUNGHI’

Jérôme Migotto è assolutamente una realtà molto solida del panorama gastronomico piemontese. E non solo direi!

Ad ogni visita rimango sempre più stupito delle sue grandi capacità tecniche, della sua cultura di cucina e del suo stile. Neoclassico.

Con la moglie Charlotte si è trasferito da Parigi in Alta Langa 5 anni fa. Il progetto di Le Piemontesine prende sempre più forma. Si è sempre mangiato molto bene qui ma oggi noto come lo chef si esprima con molta più consapevolezza nel contesto piemontese.

La scuola delle grandi cucine parigine ed il suo stile perfezionista lo aiutano nel proporre la sua cucina: tra grandi classici ‘senza tempo’ e cucina Italo/piemontese reinterpretata con eleganza. Il tutto privilegiando la materia prima locale. Ne parlai qui l’anno scorso.

´Budino di castagne, quenelles di fagiano al tartufo nero, foie, funghi’

Oggi tra le proposte di cacciagione c’è questo grande piatto: è un Inno all’Autunno in Alta Langa. Una straordinaria interpretazione di questo Terroir. Impiattamento stupendo, tecnica di cucina perfetta ed una grande materia prima regalano una fragranza fuori dal comune.

È un Piatto dell’Anno.

Guardate che spettacolo nel video allegato:

Piatto dell’anno: chef Jérôme Migotto, rist. Le Piemontesine

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.